Ferrara – Chiostro San Paolo
Dove: Piazzetta Schiatti 7, 44121 Ferrara
Orario:

La chiesa di S. Paolo presenta lungo il fianco ovest due chiostri collegati fra loro; il primo già presente nel 1330 e con accesso da piazzetta Schiatti 7, il secondo, attestato nel 1423, con accesso da via Boccacanale 19. Nel 1438 un incendio distrusse gran parte del primo claustro, che fu ricostruito nel 1447. Entrambi i claustri subirono delle modifiche in epoca rinascimentale. In epoca napoleonica e fino al 1912 ospitarono le carceri della città, quando i detenuti furono trasferiti alla nuova casa circondariale di via Piangipane 81 (oggi MEIS).

Sulla soglia
fino all’8 dicembre 2019
mostra fotografica e installazione

Il chiostro della chiesa di San Paolo prospiciente la piazzetta Schiatti, restituito al pubblico il 1° novembre 2019 dopo impegnativi lavori di restauro e consolidamento in seguito al terremoto del 2012, ospita fino all’8 dicembre 2019 immagini di interni storici pubblici in fase o di prossimo recupero. Si potranno ammirare alcuni interni delle chiese di Santa Apollonia e di San Giuliano, di Casa Minerbi Del Sale, dei Palazzi Cavalieri di Malta, Massari, Prosperi Sacrati.

“Sulla soglia”, curata da Ferrara Arte e dall’Assessorato alla cultura, monumenti storici e civiltà ferrarese, presenta scatti a colori e in bianco e nero di Giacomo Brini, Claudia Baldassarra, Maria Chiara Bonora, Daniela Calanca, Giorgia Jerace e Giacomo Stefani. Completa la mostra una video installazione di Andrea Forlani su Giovanni Giacomo Grossi, il tenore conosciuto come Siface, sepolto nella chiesa di San Paolo.

 

Visite guidate alla città di Ferrara, a Cento, a Comacchio, al Delta del Po e a Pomposa
Contattami per saperne di più: Tel. 0532 91219 → Cell. 339 8743857 o compila il modulo

Ferrara – Chiostro San Paolo

Dove: Piazzetta Schiatti 7, 44121 Ferrara
Orario:

La chiesa di S. Paolo presenta lungo il fianco ovest due chiostri collegati fra loro; il primo già presente nel 1330 e con accesso da piazzetta Schiatti 7, il secondo, attestato nel 1423, con accesso da via Boccacanale 19. Nel 1438 un incendio distrusse gran parte del primo claustro, che fu ricostruito nel 1447. Entrambi i claustri subirono delle modifiche in epoca rinascimentale. In epoca napoleonica e fino al 1912 ospitarono le carceri della città, quando i detenuti furono trasferiti alla nuova casa circondariale di via Piangipane 81 (oggi MEIS).

Sulla soglia
fino all’8 dicembre 2019
mostra fotografica e installazione

Il chiostro della chiesa di San Paolo prospiciente la piazzetta Schiatti, restituito al pubblico il 1° novembre 2019 dopo impegnativi lavori di restauro e consolidamento in seguito al terremoto del 2012, ospita fino all’8 dicembre 2019 immagini di interni storici pubblici in fase o di prossimo recupero. Si potranno ammirare alcuni interni delle chiese di Santa Apollonia e di San Giuliano, di Casa Minerbi Del Sale, dei Palazzi Cavalieri di Malta, Massari, Prosperi Sacrati.

“Sulla soglia”, curata da Ferrara Arte e dall’Assessorato alla cultura, monumenti storici e civiltà ferrarese, presenta scatti a colori e in bianco e nero di Giacomo Brini, Claudia Baldassarra, Maria Chiara Bonora, Daniela Calanca, Giorgia Jerace e Giacomo Stefani. Completa la mostra una video installazione di Andrea Forlani su Giovanni Giacomo Grossi, il tenore conosciuto come Siface, sepolto nella chiesa di San Paolo.

 

Visite guidate alla città di Ferrara, a Cento, a Comacchio, al Delta del Po e a Pomposa
Contattami per saperne di più: Tel. 0532 91219 → Cell. 339 8743857 o compila il modulo

This site or third-party tools used by this make use of cookies necessary for the operation and useful for the purposes outlined in the cookie policy. If you want to learn more or opt out of all or some cookies, see the cookie policy or our Privacy Policy By closing this banner, scrolling this page, clicking on a link or continuing navigation in any other way, you consent to the use of cookies. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi